Aree di Intervento

CONTESTO

Con Enterprise Risk Management (ERM) si intende l’insieme di regole, procedure, controlli e metodi usati per monitorare e gestire le attività aziendali in modo da minimizzare i rischi di possibili perdite.
Negli ultimi anni, la figura del Risk Manager è diventata essenziale all’interno delle aziende, assumendo un ruolo caratterizzato da crescente autonomia decisionale e importanti responsabilità.
Gli ambiti di intervento dell’ERM sono molteplici: dalla salvaguardia del patrimonio aziendale, al continuo monitoraggio dell’efficienza e dell’efficacia dei servizi/prodotti forniti, per evitare rischi di carattere strategico e danni d’immagine. È inoltre fondamentale assicurare la conformità delle attività alle leggi e ai regolamenti nazionali ed internazionali, per evitare di incorrere in sanzioni e problemi di compliance.


PROBLEMA
e risk management

Un sistema di Risk Management efficace deve essere in grado di rilevare e monitorare tutti i rischi imprenditoriali, di carattere strategico, operativo, finanziario e di compliance, e deve essere radicato nelle logiche decisionali di investimento, di pianificazione e di governo dei risultati, orientandone l’impostazione e la coerenza con la mission aziendale.

I modelli standard di ERM consentono di classificare tutte le possibili criticità relative ad un business, valutarne i possibili impatti sull’azienda e verificare organicità ed efficienza del sistema di controlli volti a presidiare tali elementi di rischio. Questo approccio, tuttavia, non tiene in considerazione le possibili correlazioni tra i vari rischi, trascurando le interconnessioni tra i diversi processi aziendali e fornendo una visione, per quanto dettagliata, statica e non sempre perfettamente aderente alla realtà. La valutazione del grado di copertura dei controlli sul livello di rischio, inoltre, è generalmente di tipo meramente qualitativo, non permettendo al Management una stima puntuale delle possibili perdite.


SOLUZIONE

L’implementazione di reti bayesiane ad hoc permette di sviluppare un nuovo approccio quantitativo che consenta di valutare tutti gli scenari futuri e di prendere decisioni tempestive per mitigare il livello di rischiosità del business.
I rischi aziendali vengono correlati tra loro attraverso relazioni logico/statistiche, consentendo di individuare le relazioni "rischio padre"-"rischio figlio", che possono interessare anche rischi afferenti a processi diversi. Questo permette di realizzare una fotografia realistica dell’azienda ed evidenziare quali siano i rischi che effettivamente determinano le maggiori criticità: partendo da questi presupposti, risulterà quindi possibile un’ottimizzazione delle azioni di controllo da intraprendere, superando il paradigma, intuitivo ma talvolta economicamente sfavorevole, di presidiare principalmente i rischi più alti.
L’approccio statistico bayesiano rende possibile un’integrazione matematica coerente di tutte le informazioni a disposizione, siano esse dati storici aziendali, dati esterni o pareri degli esperti.La quantificazione puntuale di ogni aspetto dell’ERM, associata alla fitta rete di relazioni codificata, rappresenta uno strumento fondamentale, non solo per stimare correttamente il livello di rischio, ma anche per valutare i possibili scenari futuri. A supporto  di tale modello, è possibile sviluppare interfacce software e dashboard dedicate al monitoraggio dei rischi aziendali, secondo logiche top-down (vista "Top Management") e/o bottom-up (vista "Risk Owner"). L’interattività di tali interfacce permette anche di effettuare apposite "scenario analysis", ipotizzando l’implementazione di ulteriori presidi e/o il verificarsi di alcuni rischi o eventi. Sono inoltre disponibili delle funzioni per determinare le migliori azioni da intraprendere sulla base di driver come il budget e il livello globale di esposizione al rischio.


PROGETTI

È preferibile prevedere anche senza certezza alcuna,
che non prevedere affatto
Henri Poincare

Questo sito web utilizza i cookie per capire come viene utilizzato il sito e per permettere l'accesso all'area riservata. I cookie non permettono di identificare l'utente. I cookie sono salvati sul tuo browser e sono utlizzati per personalizzare la tua esperienza sul nostro sito web. Continuando la navigazione sul nostro sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Comunque potrai modificare le tue impostazioni dei cookie in qualsiasi momento.